Parva Favilla riprende le pubblicazioni

Parva Favilla Don Mottola.jpg“Ho per gli artisti una predilezione,  perché tra santità e arte, ho visto sempre una meravigliosa analogia, che mi fa tremare lo spirito.. e penso talvolta con desiderio accorato ad una falange di scrittori a servizio di Cristo, anche qui in Calabria, dove l’arte, quella vera che nega ogni artificio, è vivamente sentita….”

Queste parole pronunciate dal Servo di Dio Don Francesco Mottola sintetizzano lo spirito con cui il Venerabile tropeano fece collimare l’amore verso Dio e il suo agire evangelizzante attraverso la parola scritta. E’ alla luce di questa ricerca della diffusione della parola Dio che nel lontano febbraio del 1933 nacque “Parva Favilla” antica rivista Tropeana, periodico d’impegno cristiano e culturale, fondata per volontà del Venerabile Don Mottola guida spirituale degli “Oblati del Sacro cuore”.

Dopo tanti anni la rivista riprende corpo e vita sotto la guida prestigiosa del Direttore editoriale di tante edizioni passate, il Vescovo Emerito di Civitavecchia, Monsignor Girolamo Grillo, e con la progettazione  di  Don Francesco Sicari, giovane  Sacerdote tropeano, che avrà il compito di coordinare la redazione. Nel pomeriggio di giorno 12 presso la Casa di Carità fondata da Don Mottola, nel centro storico, proprio Don Sicari ha tenuto la conferenza stampa di presentazione della rinascita di Parva Favilla che avrà cadenza trimestrale; attualmente vengono stampate circa 500 copie, destinate anzitutto alle oblate, agli oblati laici e sacerdoti che operano in Calabria e non solo, viene spedita a tutti i Vescovi della Calabria, agli amici e simpatizzanti in Calabria, Sicilia, Lazio, molte regioni del Nord ed anche all’estero. La rivista incentrata per ogni numero su una tematica specifica è composta dall’editoriale a cura del direttore, dalla rubrica “La voce del padre” in cui si riporta uno scritto di Don Mottola inerente i contenuti della rivista,articoli giornalistici che si incentrano su un particolare tema che la redazione di volta in volta sceglierà, “Notizie di casa” dove vengono riportati gli eventi che caratterizzano la vita dell’Istituto Don Mottola,”In memoria di” con cui si ricorderanno gli oblati defunti, “Pensieri e preghiere a Don Mottola” dove si riportano alcuni delle frasi più belle lasciate dai devoti nel registro per le testimonianze posto vicino alla tomba nella Cattedrale o alla Casa natale del Venerabile, ed infine “La recensione” in cui si segnalano i migliori libri di meditazione e fede pubblicati di recente. Così nel 2010 riprende quel cammino di apostolato della parola alla luce di quella “Lampada”, sempre accesa e chiara, personificata da quest’uomo di fede alla soglia della santità che con queste parole, nel 1939, lasciava quest’altra eredità morale: “Quando la mano sacerdotale che sostiene Parva Favilla si irrigidirà nella morte, prendete o fratelli, questa povera lampada perché non si spenga!”

Caterina Sorbilli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.