Verso la quinta edizione del Tropea Film Festival

Sono aperte le iscrizioni per partecipare all’edizione 2011. Il programma, ovviamente ancora ‘work in progress’, prevede alcune conferme tra le quali gli spazi dei cartoon per i più piccoli, qualche ripescaggio sulle attività collaterali e sicuramente un paio di novità legate in particolare alle sezioni dei film ed agli ospiti.

Non si è ancora spenta l’eco del successo ottenuto la scorsa estate, che si riparte già per la quinta edizione. Questo metodo di portare avanti un’attività culturale quale è il Tropea Film Festival è nel dna degli organizzatori. Il tempo non basta mai ed ogni giorno di lavoro è un giorno speso bene.

Dunque, è già in linea la modalità d’iscrizione che, come nelle precedenti edizioni, è lo start up che mette in moto una macchina organizzativa inarrestabile sino al raggiungimento dell’obiettivo che è il festival in quanto tale.

Un buon avvio dei lavori rimarrà tale se i film iscritti saranno anche leggermente migliori dei precedenti. Anche il numero sarà importante visto il varo, per ora solo in una delibera comunale, della Cineteca Trophaeum, che archivierà tutti i film del festival e li renderà di pubblica utilità.

Sebbene sia ancora troppo presto per anticipare un programma da costruire giorno per giorno e finalizzarlo alle sette serate della manifestazione, come sempre al Teatro del Porto dal 17 al 23 agosto, possiamo comunque figurarci un’edizione con qualche novità dedicata ad una sezione particolare, ossia a film che trattano un argomento “dedicato”. Ci saranno novità sulle scenografie, da rinnovare in parte o completamente. Inoltre, c’è già qualche contatto per ritornare ad accendere l’interesse per le attività collaterali, compresi i “Dopofestival” la cui iniziativa deve essere sempre intesa come un momento di aggregazione sociale tra i comuni limitrofi dell’area vibonese.

Sulla formula varata con l’edizione 2010, in merito alla scelta del Presidente della Giuria, non si torna indietro: sarà il vincitore per la Migliore Regia della scorsa edizione (non importa se del lungometraggio o del cortometraggio).

Confermate le due star Claudia G. Moretti e Jeff Bifano ritenuti oramai i presentatori inamovibili del festival e, ovviamente, l’inserimento dei due spazi cinematografici (forse tre) dedicati ai più piccoli grazie alla collaborazione dei canali televisivi Sky Cartoon Network e Boomerang.

Non ultimo, vista la storica partecipazione di Giuseppe Tornatore, l’organizzazione è già al lavoro per un altro nome, magari due, che dia lustro al festival.

Tutte le osservazioni ed i suggerimenti giunti alla segreteria saranno considerati e valutati nella loro fattibilità, che non è sempre legata alla disponibilità del Presidente, ma dipendono spesso dalle risorse economiche che di anno in anno si assottigliano sempre di più.

Durante il rush finale della scorsa edizione, ci sono giunti i complimenti e le attenzioni di alcune organizzazioni a sostegno della cultura, anche avvicinamenti di carattere europeo. A quest’ultimo, però, guardiamo con particolare scetticismo. Tutto converge per darci la verve necessaria a lavorare con serenità.

Insomma, gli stimoli sono tanti e l’emozione non manca, il tempo per lavorare bene c’è e lo utilizzeremo tutto.

Comunicato stampa della segreteria del Tropea Film Festival  a cura di Bruna Fiorentino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.