L’associazione Tropea per amore Onlus presenta il Decalogo dell’accoglienza al turista dopo il successo riscontrato nel social-network Facebook.

Il 29 Agosto 2008 nasce l’associazione sociale, politico e culturale denominata Tropea per amore Onlus. Nelle sue varie finalità quella di promuovere la cultura in ogni sua espressione,  l’informazione, di diffondere la cultura del rispetto verso l’altro e l’ambiente. L’intento è quello di costituirsi come luogo di studio, ricerca, documentazione, comunicazione, informazione operante in ogni settore culturale e amministrativo specie quelli a carattere turistico, politico e sociale, sviluppare e sostenere la gestione e l’organizzazione di progetti di enti pubblici e privati, collaborare con le altre associazioni attive presenti sul territorio, soprattutto con quelli che hanno un ruolo attivo e costante per la crescita della comunità tropeana. Dopo le iniziative degli ultimi mesi quali la raccolta di 680 Kg di alimenti da destinare ai poveri nell’ambito della giornata nazionale del banco alimentare, l’addobbo e la posa per le vie di Tropea di 100 alberi di Natale, Tropea per amore  presenta agli operatori turistici e a tutti i cittadini della costa degli Dei il decalogo dell’accoglienza al turista che verrà stampato su 10000 cartoline  e distribuito in tutto il territorio di Tropea e dintorni.
D.) Presidente Lucio Ruffa cosa vuole rappresentare questo decalogo?
R.) Il “Decalogo dell’accoglienza al turista” nelle nostre intenzioni vuole essere una sorta di ‘provocazione’ che stimoli in tutti gli operatori turistici ed i cittadini, passando per le amministrazioni comunale, provinciale e regionale, il senso dell’accoglienza verso chi da anni sceglie le nostre zone, Tropea in particolare, come meta per le proprie vacanze. Ovviamente non è da intendere come un richiamo all’osservanza pedissequa di alcune regole che già vengono praticate dalla stragrande maggioranza degli operatori del settore e dai cittadini. Se così fosse inteso, sarebbe da parte nostra un atto di moralismo fine a se stesso, per il quale non ci sentiremo nemmeno titolati nel promulgarlo, ma il decalogo va ‘letto’ come un vademecum di richiamo e di ricordo, nella convinzione che spesso con poche ma precise indicazioni, dieci regolette semplici,  si possa offrire al turista quello che fondamentalmente esso richiede durante la propria permanenza.
D) Cosa si sente di aggiungere riguardo all’associazione “Tropea per amore”?
R.) Intanto mi preme l’obbligo di ringraziare tutti i soci per l’impegno profuso, in particolare il vice-presidente Carmine Sicari, il tesoriere Antonio Corrao, il segretario Antonello Sorbilli, il componente del collegio sindacale Nicola Cricelli e tutti gli amici e le amiche che hanno collaborato con noi attestandoci simpatia e fiducia. Estendo i ringraziamenti anche alle 100 attività commerciali aperte durante il periodo natalizio ed ai loro titolari e infine i circa 2000 iscritti che in solo 2 mesi da quando il gruppo è approdato online e nella community di facebook ci hanno onorato della loro adesione e del loro entusiastico contributo. Mi sento inoltre di fare un appello a tutti coloro che amando la città, vecchi e giovani, vogliono contribuire con noi all’elaborazione di un progetto per il futuro che li possa vedere attivamente coinvolti. Invito tutti ad aderire all’associazione che presto avrà una sede al centro storico e sarà lieta di aprire le porte a tutti coloro che hanno a cuore le sorti della nostra Tropea e che vogliono fattivamente impegnarsi per il suo rilancio.
D.) Quali sono i progetti e le proposte per i prossimi mesi?
R.) Abbiamo tante cose da proporre e tante idee in cantiere per i prossimi mesi. La costruzione del sito internet e quasi completata. Tra qualche settimana l’associazione sarà rintracciabile anche su www.tropeaperamore.eu. L’associazione ha delle finalità ben precise sancite dallo statuto. Sulla scorta di tali finalità da Lei egregiamente sintetizzate, ci muoveremo nei prossimi mesi all’insegna della concretezza e del realismo, ispirandoci ad una frase di Santa Teresa di Calcutta da me molto amata perché  capace di sintetizzare e rendere chiaro a tutti noi lo spirito con cui bisogna procedere nella vita per ottenere grandi risultati: ‘non possiamo fare grandi cose su questa terra, solo piccole cose con grande amore’. Ed è quello che ci vuole per Tropea…tanto amore e rispetto della sua bellezza.

Tania Ruffa – Calabria ora –

Il decalogo dell’accoglienza al turista

1) Il turista è un ospite gradito che va trattato con rispetto e cortesia.

2) Tratta il turista come vorresti essere trattato tu se sei in vacanza.

3) Non sporcare le spiagge e la città con rifiuti ed altro.  Deponi la spazzatura negli appositi spazi negli orari serali quando la temperatura è più bassa.

4) Proponi al turista prezzi chiari e trasparenti con locandine, menù, offerte tutto incluso e non considerarlo un “pollo” da spennare.

5)  Proponi al turista il meglio che il tuo locale possa dare senza che lui te lo chieda.

6) Riserva all’interno del tuo villaggio, bar, ristorante, luogo pubblico uno spazio per l’informazione e sii cortese nell’offrirla.

7) L’amministrazione comunale si adoperi perché le strade siano in buone condizioni e ci siano parcheggi praticabili con costi non esagerati.

8) Siano garantiti i servizi di igiene pubblica in strade e piazze e siano  essi tenuti costantemente puliti.

9) Tutti i cittadini rispettino le regole che le amministrazioni daranno per il traffico.

10) Tutti i cittadini, turisti compresi,  trattino Tropea come la propria casa.