Di seguito alcuni consigli per valurare la freschezza di cozze, vongole, calamari, ostrriche e gli altri crostacei e molluschi in vendita nelle pescherie e nei supermercati.

Requisito indispensabile per la scelta di crostacei e molluschi è la loro freschezza. Le regole principali sono le seguenti:

1) Cefalopidi (calamari, totani, seppie e polipi, moscardini etc). Devono avere la pelle chiara, tesa, lucida e non odorare di ammoniaca.

2) Conchiglie. Devono essere vivi ed il guscio si deve aprire con difficoltà.

3) Crostacei. Devono essere vivi e muoversi. Movimenti lenti ed un colorito grigio-verdastro sono segni di poca freschezza.

Un altro elemento da tenere in considerazione al momento dell’acquisto è il peso: infatti in generale le conchiglie e i crostacei come l’aragosta e l’astice prevedono uno scarto notevole, che può superare il 50% del totale. Inoltre i molluschi cefalopodi, si ritirano molto durante la cottura.

Articoli correlati

Articoli correlati

Come acquistare il pesce?

Come pulire i crostacei?

Come pulire il polpo, le seppie, i calamari, le cappesante e le ostriche?

Come cucinare molluschi e crostacei?

La cucina raffinata e difficile dei molluschi e dei crostacei

I valori nutrizionali del pesce