Andare a Nicotera è un suggerimento che mi sento di dare tranquillamente a tutti coloro che per le proprie vacanze si trovano a Tropea o in una località della Costa degli Dei. Nicotera dista 28 km circa da Tropea ed è raggiungibile dalla strada provinciale che porta a Rosarno, passando per Santa Domenica di  Ricadi, Capo Vaticano e Joppolo.

Tropea-Nicotera percorso cartina.jpg

La cartina che vedete esemplificherà il percorso e vi permetterà di raggiungere la nota cittadina tirrenica più agevolmente.

Proseguendo a Sud da Capo Vaticano, dopo 15 km. siamo a Nicotera, città che si trova al confine con la provincia di Reggio Calabria, situata su un costone roccioso in posizione fortemente panoramica, dominante l’intera piana di Gioia Tauro.

Nicotera.jpg

L’abitato conserva non poche peculiarità e somiglianze con quello di Tropea e vale la pena di percorrerlo a piedi lungo le stradine e vicoli caratteristici, sottopassaggi e scale. Il centro storico, ben conservato e poco contaminato da costruzioni moderne, risale prevalentemente ai secoli XVII-XVIII e culmina con il Castello dei Ruffo (1763), che ospita il Museo Archeologico con numerosi reperti greco-romani dell’area, il Museo Provinciale di Mineralogia e Petrografia, il Museo della Civiltà Contadina di Monte Poro.

Nicotera castello Ruffo.JPG

Inoltre il Castello ospita il Museo d’Arte Sacra, dove sono esposte argenterie, monili, arredi e dipinti molto belli del ‘700 calabrese e uno stupendo crocifisso ligneo del XIV-XV secolo. Nella Cattedrale si conserva una statua raffigurante la Vergine delle Grazie, attribuita al Gagini. Presso un edificio accanto alla Cattedrale si trova la Biblioteca Pubblica Popolare.

Nicotera è  celebre fin dall’antichità classica per i suoi graniti che venivano lavorati sul posto (nei pressi della stazione ferroviaria vi è una cava romana) e poi esportati via mare; ancora oggi conserva in varie case private e in qualche chiesa, colonne, portali, architravi, scale o obelischi granitici lavorati da artigiani locali.

Di un certo interesse sono alcune fontane di pietra, come la fontana detta di “Don Orazio” o quella detta “fontana dei monaci”. Particolare rilievo ha avuto Nicotera in camppo internazionale, per la dieta mediterranea di riferimento, grazie agli eccellenti risultati di una ricerca scientifica che ha dimostratoo che l’alimentazione del luogo è determinante per la buona salute degli abitanti.

Ai piedi di Nicotera, c’è la marina di Nicotera, luogo questo importante per il turismo estivo, essendo qui ubicate moltissimi impianti e strutture ricettive, quali villaggi, alberghi, ristoranti e lidi balneari.

Nicotera marina panoramica.JPG
Nicotera marina spiagge.jpg

Bella la scenografia della flora e dell’ambiente circostante, ricca di piante di fichi d’india che crescono spontanee, lussureggianti giardini, e piante di fichi bianchi e neri dalla dolcezza e dal sapore squisito. Nei pressi del litorale, infine, fra Nicotera Marina e la foce del fiume Mesima, si possono visitare i resti di edifici romani e di opere idrauliche della stessa epoca ed una necropoli dell’età del ferro.

Su Nicotera vedi anche il video e l’approfondimento sulla Cattedrale premendo qui