Ho avuto modo di pubblicare in questi mesi alcune ricette nelle quali la base pricipale era la cipolla rossa di Tropea. E’ giunto il momento di pubblicarne qualcuna in cui il prodotto di base è si la cipolla, sempre quella tropeana, ma nella variante del “cipollotto”, ossia di quel tipo di cipolla di colore bianco violaceo, di gusto morbidissimo e dolcissimo, per la cui produzione la coltivazione è diversa dagli altri due tipi di cipolla tropeana.  Essa si pratica sia con la semina diretta, sia con il trapianto di semenzali o quello di bulbi dell’annata precedente. Ma sulla coltivazione dei vari tipi di cipolla avremo modo di tornare. Adesso voglio suggerire questa antica ricetta.

Ingredienti per 4 persone:
1 Kg di cipollotto di Tropea (solo il gambo finale), 4 uova, Formaggio grattugiato, Mezzo bicchiere d’olio d’oliva sale e pepe.

Cipolla di Tropea 2.jpgPreparazione: tagliate il gambo del cipollotto appena finisce la testa e fin dove non è totalmente verde,(quindi quasi fino alla fine di tutta la coda). Mettete in serbo la testa per altri usi, ed affettate sottilmente tutto il gambo e lasciatelo cuocere in padella  fino ad una sua quasi completa lessatura; successivamente, una volta spento il fuoco si lascia raffreddare e sgocciolare.  Fatto ciò, aprite le uova in una terrina, sbattetele con una forchetta finché saranno spumeggianti, con aggiunta di sale, pepe e formaggio; unite anche il contenuto della padella e incorporatele con cura. Ora il composto di uova e cipolle va messo in una padella di adeguate dimensioni e fatto cuocere a fuoco moderato in olio di oliva. Tagliate, infine, la frittata a spicchi e servitela tiepida.

N.B. per chi non vuole utilizzare il gambo utilizzi lo stesso metodo con testa del cipollotto.