Agustu porta littàri, Settembre si li leje, vestiti, culunudu, cà verno prestu veni.

La traduzione è la seguente: Agosto porta il messaggio (littàri= lett. lettere), Settembre lo legge (leje), vestiti (imperativo, nel senso cerchino di vestirsi i poveri), perché presto l’inverno (verno) arriverà (prestu veni).

Saggezza antica mai tradita…mi vien da dire. Anche in questo proverbio, si rispecchia la mentalità previdenziale dei saggi ed antichi contadini. Non credere che l’inverno sia lontano, non fare come la cicala che canta tutta l’Estate e poi muore, cerca di adoperarti per qualche provvista, perché Agosto passa in fretta e l’Inverno è incombente. Duro da accettare questo detto, specialmente in piena vacanza ed in pieno relax, ma è pur vero che porta con se una verità assolutamente non sconfessabile.

Buone vacanze.