caciocavallo dop.jpgCon il post che segue inizio una nuova sezione all’interno della categoria gastronomia di queso blog, dedicata ai prodotti tipici regionali, quelli a denominazione d’origine protetta (DOP), quelli ad indicazione geografica tipica (IGT) ed infine quelli che pur non avendo ancora nessun marchio che li caratterizzi sul mercato nazionale con le etichettature suddette, appartengono comunque a pieno titolo alla produzione regionale tipica, meritevoli quindi di essere censiti e posti in luce. Non che sinora non si sia scritto niente a tal riguardo; si è detto della ‘nduja di Spilinga, della cipolla rossa di Tropea, del cedro di S. Maria, dei filej o fileda e di altri prodotti tipici. Ma da oggi vorrei seguire un criterio più scientifico, da catalogo per intenderci meglio, in modo tale che fra qualche tempo avremo raggiunto una prima classificazione di tutti i prodotti regionali di un certo livello gastronomico, patrimonio e ricchezza assoluta di questa terra e sicuro veicolo turistico se posti nella giusta evidenza, all’attenzione e alla degustazione dei circuiti nazionali ed internazionali. Cominciamo con un prodotto calabrese d’eccellenza: il caciocavallo silano dop.

Prima ancora di scoprire tutte le caratteristiche di questo formaggio tanto amato dagli italiani e nel mondo, sveliamo una curiosità: perchè si chiama “caciocavallo“? Cosa c’entra con i cavalli? A volte la lingua italiana è davvero strabiliante e, spesso, è proprio nei termini più strettamente legati alla tradizione e dalla lunga storia che si annidano aneddoti interessanti.

Il termine “caciocavallo” è composto dai termini “cacio” = formaggio e, appunto, “cavallo“. Per alcuni, tale nome deriva dalla forma di questo formaggio assomigliante alla sagoma di un cavalluccio. Oppure è dovuto al fatto che le forme di caciocavallo si conservano a cavallo di un’asta orizzontale di legno, appese in coppia in prossimità di focolari. La denominazione “silano” deriva, invece, dalle origini antiche del prodotto legate all’altipiano della Sila.

E poi cos’altro da dire?

Tantissime cose che però non sarebbero farina del mio sacco e quindi rimando ai due post che su tutti quelli della rete ho trovato più inetressanti ed esaustivi. Eccoli.

Il caciocavallo silano; storia, curiosità e tradizione

Il caciocavallo silano