pane_olive.jpgOrigine storica e culturale

Il pane, ha sempre rappresentato sulle nostre tavole benessere, cultura e devozione religiosa. Ancora oggi molte famiglie lo preparano mantenendo i riti propiziatori legati alla religiosità. Il taglio a croce, la Trinità, tre pani uniti l’un con l’altro, sono certamente dei segni riconoscibili di questa devozione al Cristo. La cottura nel forno a legna con lutilizzo delle frasche, che sono dei rametti ricavati dalla potatura dell’olivo e della vite, è obbligatoria. Il lievito, detto in calabrese lavatu, veniva scambiato da famiglia a famiglia oppure conservando una parte dell’impasto precedente. Nei tempi passati veniva essiccato e successivamente reidratato. Oggi la conservazione avviene nel frigorifero.

Ingredienti per 6 persone: 1 kg di farina di grano tenero 00, 50 gr di lievito naturale, acqua q.b, 200 gr di olive nere, 20 gr. di sale, 5 cl di olio d’oliva.