Francesco pugliese.jpgHo iniziato con una sua poesia l’avventura on-line di questo piccolo blog chiamato Tropea per amore. Siamo a Novembre e sono passati quasi 8 mesi dal primo post editato il 17 Marzo 2009; rileggendo le sue poesie, ritrovate in un file in allegato ad una mail quasi perduta, mi è “cascata” sotto gli occhi questa poesia di Francesco Pugliese, poeta di Caria, piccola frazione del comune di Drapia. Ieri sera l’ho “sentito” giù di corda per la perdita di una signora del suo paese, a cui lui e i suoi compaesani erano molto affezionati. Ne commentava con dolore il suo ricordo nelle pagine di facebook. Siamo a Novembre, mese tradizionalmente dedicato alla memoria dei defunti. Il richiamo che Francesco affida alla poesia di questa sera è quello di non dimenticare i  morti, di ricordarli sempre, di portarli sempre nel cuore e nei ricordi. Scritta in vernacolo calabrese, la poesia è semplice ed intensa. La dedichiamo a cummari Sarina, anonima donna per chi vi scrive ma sicuramente importante per l’autore della poesia. Buona lettura.