Tiziana Aliffi.jpgRiprendo con entusiasmo la pubblicazione di alcune poesie che da tempo, per svariati motivi, ho trascurato di inserire. Quella di stasera è una delle tante, belle, intense, ricche di pathos, che Tiziana Aliffi, ha raccolto nel suo La Luna dietro l’aurucaria, collage riuscitissimo di ‘frammenti tropeani’, così come il sottotitolo indica. Il titolo della poesia è esso stesso indice di melos, di armonia, di pacata riflessione poetica, ispirata e stimolata dalla Tropea Vecchia, quella dei vicoli stretti chiamati ‘vinej’, quella dei palazzi antichi di un centro storico che ancora conserva la sua anima eterna. Si chiama ‘Musica’…come quella che tutti amiamo, come quella che la poesia di stasera sprigiona sotto e sopra le righe…

Musica

di Tiziana Aliffi

Il vociare distratto della strada

s’amplifica

rimbalza

e poi si perde

di casa in casa

s’arrende tra i muri vecchi di Tropea

lasciando curiosi

i piccioni sui davanzali.

 

Il vento della sera

muove drappi frangisole

a righe scure

gli anelli tintinnano

scorrono

sul sostegno di metallo

come musica

di un suonatore improvvisato

ogni finestra

sorride

affacciata al sole

gli aromi del rosmarino

e del morbido basilico

fan da padroni

mentre la luce

illumina di vita

ogni più piccola nervatura verde.

 

Altre poesie dell’autrice premendo qui