In un’ atmosfera non certo di quelle estive, bagnata dai capricci del tempo, si è esibita Linda Sing The Blues. Siamo al Tropea Blues festival, edizione numero sei, anno 2010 e l’attesa per questa performance era alta, soprattuto la mia. Non mi ha deluso Linda che Sing The Blues, anzi, sotto molti aspetti, la sua bravura mi ha completamente meravigliato. Due ore di intensa e ricca energia quelle sprigionate da questa donna dal talento unico che ha saputo coinvolgere tutti, proprio tutti i presenti al concerto, cominciando dai suoi stessi musicisti. Una voce duttile, ricca di presenze armoniche non facili da trovare nelle cantanti di oggi, tecnicamente quasi completa, che non forza sulla trachea e va su e giù con morbidezza nei registri medio-alti ed in quelli medio-bassi dello strumento più bello al mondo: la voce. Una presenza scenica di tutto rispetto la sua; musicisti all’altezza del ruolo, professionisti seri e preparati quelli che l’hanno ‘servita’ in modo egregio. Li voglio citare:Fabio Colella alla batteria, Pippo Guarnera all’organo Hammond, Luca Giordano alla chitarra e Walter Monini al basso elettrico. Una personalità quella di Linda Sing davvero forte. Scende dal palco e canta fra la gente, quella gente che gli da l’energia necessaria per andare avanti, come attestato da lei stessa durante il concerto. Un sound dalle ellissi varie quello che sprigiona questa band. Un Hammond che ci porta direttamente nelle sonorità blues classiche insieme alla chitarra elettrica che vibra al tocco elegante e raffinato di Luca Giordano e si interfaccia con assoluta simbiosi all’Hammond di Pippo Gurnera. La parte ritmica di basso e batteria non è aggressiva, non invade queste ellissi musicali e le aiuta ad andare avanti nel modo più congruo e più elegante. La sintesi è un’amalgama di suono, tecnica, espressività, complicità, che ti fa affermare senza esitazione: “che bravi che sono”!

Godiamoceli nei due videoclips allegati, chiedendo scusa ai lettori per la non ottimale qualità audio-video degli stessi. Ero troppo vicino al palco e la mia piccola canon non è pronta a questi volumi…ci rifaremo io e lei, stasera, al concerto di Matthew Lee in Piazza Ercole, a partire dalle 21,30 e in quello successivo, a seguire, di Vince Vallicelli in piazza Vittorio Veneto. Buon divertimento!