Nàscita ‘e jornu furtùna a diritta, nàscita ‘e notti fortùna alla storta.

Chi nasce di giorno sarà fortunato, chi nasce di notte sarà perseguitato dalla sorte. Questa la traduzione, più o meno alla lettera.

Convinzione giusta o sbagliata quella del proverbio proposto? Non saprei dire! Chi vi scrive è nato di notte e grandi fortune nella vita non ne ha avute, laddove per fortuna si intendesse, come spesso nei proverbi sulla fortuna si vuole intendere, ricchezza materiale di beni. Per il resto, credo di essere una persona fortunata. Ognuno faccia le proprie considerazioni. Il proverbio è usato ancora oggi nelle montagne del Reventino, nella zona di Tiriolo, San Pietro e Decollatura.