Un’altra edizione straordinaria del TG1 ha annunciato il campo fumoso che qualche giorno addietro si è di nuovo visto nei cieli di Tropea all’altezza di via Annunziata e di un noto Hotel della zona. Non sapendo di cosa si trattava, i redattori del TG1 hanno pensato ad un missile libico…ma noi abbiamo avvisato la redazione che in città da circa un anno il fumo è ormai una componente cronica dell’area urbana e fa parte, come la nebbia in Val Padana, dell’humus geografico tropeano. Hanno risposto che, considerata la cronicizzazione del fenomeno, da domani, manderanno un inviato speciale a posto fisso che possa dettagliatamente aggiornare gli italiani di questo nuovo gas esilarante “Made in Tropea” essendo lo stesso un fenomeno assai raro e di cui gli effetti benefici sull’umore del popolo sono oggetto di studi approfonditi per una loro applicazione terapeutica contro ansie e depresssioni collettive.