toraldodifrancia.jpgSi è spento ieri sera a Firenze, dove era nato il 17 settembre del 1916, all’età di 94 anni, Giuliano Toraldo di Francia fisico e filosofo italiano. È  stato professore emerito di fisica superiore presso l’Università di Firenze, ateneo nel quale aveva già insegnato la stessa materia. È stato direttore dell’Istituto di Ricerche sulle Onde Elettromagnetiche del CNR e presidente della Società Italiana di Fisica dal 1968 al 1973. Oltre all’attività scientifica, si è occupato di filosofia della scienza. È stato anche presidente della Società Italiana di Logica e Filosofia della Scienza, del Forum per i problemi della pace e della guerra e della Scuola di Musica di Fiesole.

L’annuncio della scomparsa è stato dato oggi dall’ex ministro e consigliere comunale fiorentino Valdo Spini, che in un comunicato esprime profondo cordoglio e commozione per ”la perdita di un importante fisico nel contempo intriso e compenetrato di cultura umanistica”.

Autore di fondamentali contributi di ottica, Toraldo di Francia si fece conoscere dal mondo accademico internazionale per il libro ”La diffrazione della luce”, pubblicato da Einaudi nel 1958.

Si è occupatoinoltre  di fisica matematica, di ottica, di microonde, di laser, di meccanica quantistica, di  fondamenti della fisica. Tra i contributi principali sono da ricordare, nel campo dell’ottica, la formulazione del principio dell’interferenza inversa e la dimostrazione sperimentale dell’esistenza delle onde evanescenti (leaky waves).

I suoi contributi più recenti riguardano la divulgazione della filosofia della scienza, ed i rapporti tra scienza e società e tra cultura scientifica e cultura umanistica.

È stato un appassionato dantista, padre dell’architetto Cristiano Toraldo di Francia.

Tropea lo ricorda con affetto e stima.

La camera ardente in suo onore è stata allestita all’Università di Firenze. L’ultimo commiato a Giuliano Toraldo Di Francia avverrà in forma laica e non religiosa alla presenza delle numerose autorità accademiche e politiche. Verrà poi cremato in forma privata e le sue ceneri rimarranno a Firenze. A Tropea verrà posta una lapide in sua memoria presso la cappella di famiglia del cimitero comunale.

Per approfondire la sua conoscenza ed avere un quadro completo delle sue opere si possono consultare i seguenti link:

Giuliano Toraldo di Francia su Tropeamagazine