repice bronzo.jpgChe Adolfo Repice fosse alla frutta e che non sapesse più come recuperare sulla sua popolarità in caduta libera lo scrivo da tempo. Che non sappia più a che ramo aggrapparsi per salvare una credibilità che non ha mai avuto e che solo per merito di qualche illustre e  credibile politico nazionale come Sergio Chiamparino, a cui deve la sua vittoria risicata e scippata alle  elezioni del Marzo 2010, (complici i presidenti di alcuni seggi), è ormai risaputo. Adolfo Repice non la smette un attimo di dire fesserie e di esercitare la sua “virtù” più conosciuta e meglio praticata: l’arte della bugia!

E’ questa cosa, la bugia assunta a propaganda elettorale, la cosa  che più  non tollero. Avevo deciso di non dedicargli più nemmeno una riga, in attesa della sentenza definitiva del Consiglio di Stato, ma la bugia, la menzogna reiterata e protratta non l’ho mai digerita e mi stimola sempre il solito desiderio: sbugiardare il pinocchio di turno.

Nell’articolo di seguito riportato, pubblicato sul Quotidiano della Calabria a firma di V. Saccà qualche giorno fa, sono presenti in numero assai elevato una serie di falsità alle quali  nemmeno il più ingenuo e distratto osservatore di fatti tropeani potrebbe considerare come cose vere. Nello stesso articolo è contenuta la summa delle menzogne e delle mistificazioni sulle cose che avvengono e che sono avvenute in città negli ultimi mesi.

Ve lo propongo integralmente, facendo un piccolo e sintetico commento in rosso ad ogni caporigo, anche se, sono certo, il mio commento non servirebbe proprio, perché penso e credo che da soli saprete trovare la soluzione,  come in un rebus in cui detta soluzione è data dalla capacità di ognuno di individuare la bugia, la balla, la fesseria, la mistificazione in esso contenuta.

Mi raccomando però, leggendo l’articolo,  a non cedere alla tentazione di pensare che Adolfo Repice si sia convertito alla buona politica come San Paolo sulla via di Damasco al cristianesimo. Il suo tentativo questo è in definitiva: far pensare ai cittadini e ai lettori del giornale in una sua conversione ed in una sua ritrovata predisposizione alla buona politica. Qualcuno l’avrà di certo consigliato in tale direzione per prepararsi all’eventuale prossima campagna elettorale qualora la sentenza del Consiglio di Stato che tutta la città aspetta da giorni, non assegni direttamente alla lista Uniti per la Rinascita con Vallone SINDACO, con il ribaltamento del risultato elettorale, la giusta e sacrosanta nonché meritata vittoria scippataci nel Marzo 2010. Ma il suo tentativo non sortirà nessun effetto perché il popolo di Tropea, come già detto e scritto molte volte, fesso è stato per una volta accordandogli una non meritata fiducia, ma fesso NON sarà per la seconda se si dovesse tornare a votare.

Negli ultimi 15 mesi qui a Tropea gli abusi, le clientele, (dell’ultima ora le nuove assunzioni al Porto di Tropea di cui dirò nel prossimo post), le illegittimità commesse, sono state il minimo comune multiplo della sua amministrazione e testimoniano a chiare lettere senza l’aggiunta di altre parole, come lui e chi con lui ha amministrato la città, hanno inteso ed intendano praticare la politica e quale sia stato nei fatti il suo concetto di amore e di passione per la città. Buona lettura!

Negli alberghi della città si registra il tutto esaurito
Tropea. Il primo cittadino Adolfo Repice fiducioso: «Un buon segnale per l’economia locale»

cominciamo bene …La prima balla è già il titolo dell’articolo….ma qualcuno glielo ha mai insegnato a Repice che le bugie hanno le gambe corte?

di VITTORIA SACCA’ il Quotidiano della Calabria

TROPEA –Lo comunica con piena soddisfazione il  sindaco Adolfo Repice che gli alberghi di Tropea e dei suoi dintorni registrano il tutto esaurito. Questo mese di luglio, infatti, si può finalmente attestare che le presenze turistiche sono decisamente aumentate. E la qualità degli ospiti è nettamente migliorata, per le strade si vedono «belle persone», dichiara il primo cittadino. Un dato confortante viene anche dalle agenzie che viaggiano verso le isole Eolie, «quasi ogni giorno parteun carico chesi aggira dalle 300 alle 350 persone».

Sarei curioso di sapere come ha misurato Adolfo Repice la “qualità degli ospiti” con quale termometro e con quale parametro. Una cosa abbiamo capito: secondo Adolfo Repice ci sono le “belle persone” e le “brutte persone”….mamma mia che scoperta… “Tutto esaurito?” Ci fornisce i dati per favore?

Questo  dato  positivo  relativo all’estate 2011, prosegue Repice, è anche merito dello spot pubblicitario che la Regione guidata da Giuseppe Scopelliti e il direttore regionale  Raffaele  Rio  hanno messo in atto. Spot chiacchierato, aggiungiamo, ma evidentemente di grande effetto, visti i risultati.

Con questa affermazione cerca di riaggraziarsi le simpatie del Governatore Scopelliti, che pare lo abbia “pesato” per bene e che gli nega credito ed attenzioni da più di due mesi. Sono certo che dopo quanto affermato, nel prossimo spot, metteranno lui come testimonial. Un bronzo di Riace e un Bronzo di Tropea. Come ogni cocktail il risultato sarà certamente ‘col gusto’, come  l’ultimo carnevale in città.  La foto c’è già e chi l’ha fatta non esige i diritti d’autore ma la concederebbe gratuitamente..a condizione della semplice citazione.

Chiediamo notizie  sulla qualità del  mare,  ultimamente  trovato sporco dai bagnanti, e sulla situazione ambientale della città.

1769027236.jpg«Devo premettere – risponde il sindaco –  che si è trattato di un problema di qualche giorno, pur non di meno, chiedo scusa ai turisti e ai tropeani per l’accaduto, ma la colpa non è da imputare al Comune, bensì ad un cattivo funzionamento dei depuratori dei paesi vicini. Grazie  all’interessamento  degli amministratori locali, dal prefetto, alla capitaneria di porto, alla procura della Repubblica, tutto è stato ripristinato e adesso la situazione è rientrata nella normalità».

Qui il suo naso è cresciuto di almeno 5 cm. tutto d’un colpo. La balla è grandissima soprattuto sul mare  di Giugno che è stato una cloaca per quasi tutto il mese e a Luglio, solo nell’ultima settimana, è tornato ad essere pulito, (speriamo che continui ad esserlo), anche se ieri non lo era.

Il sindaco, quindi, si appella ai cittadini affinché gli comunichino,  anche in forma del tutto anonima, qualsiasi anomalia in questo senso. «Interverrò immediatamente – dice –e denuncerò chi non si attiene a determinate regole e se sarà il caso, chiuderò anche le strutture. Se non ce la sappiamo tenere, è inutile che ci affanniamo ad organizzare manifestazioni di qualsiasi tipo. Mettiamocelo bene in testa, prima il mare e tutto l’ambiente, poi il resto!».

Oh, oh…si fa anche ispettore di polizia adesso….interverrà “immediatamente” dice. Se farà come ha fatto per la fogna l’anno scorso (3 sversamenti in piena estate nella spiaggia del passo cavaliere sanati dopo 2 mesi che per lui erano solo acqua depurata)  e come ha fatto per la fogna al Porto di Tropea (42 giorni prima di aggiustare una pompa di sollevamento guasta) allora “l’immediatamente” di Adolfo Repice è una garanzia assoluta. Possiamo credergli al 100%.  Mi chiedo se oltre ad essere miope abbia perso anche il senso dell’olfatto; ma la puzza la senti o no, visto che frequenti le stesse spiagge che frequento io Adolfuccio?

E a tal proposito, alla presenza del tecnico Michele La Torre, il sindaco dichiara che da qualche settimana  si sta procedendo alla sostituzione dei cassonetti  della spazzatura  con altri nuovi e che si stanno disinfettando anche le aree circostanti.

Darredu!

I problemi registrati anche relativamente alla raccolta della spazzatura dipendono dalla discarica di Lamezia. Ma la città non sarà di certo lasciata in abbandono, perché sarà ripulita ad ogni costo. Intanto, per tutto luglio e agosto, due volte a settimana verranno lavati i cassonetti ed una volta a settimana anche le strade.

Booommmmmm! Spatatrack…la balla questa volta è grandissima….si è visto come l’avete presa la spazzatura…vedremo (visto che parla sempre al futuro prossimo) se la ditta laverà i cassonetti e disinfetterà le aree circostanti….(ah, dimentica che forse a fine Luglio non ci sarà più, ma la sua sicurezza è confortante per i suoi amici che ancora gli danno credito).

Un’ordinanza sta per essere emanata, con la quale il sindaco impone il conferimento dei rifiuti in orari bene  definiti,  ovvero,  dalle  ore 21.00 alle ore 6.00 del mattino e per gli ingombranti e i beni durevoli, dalle ore 23 di mercoledì alle ore 9 di giovedì.

Ancora dev’essere emanata..ancora a questo punto siamo….ma perché non seguite alla lettera quello che ho scritto 2 anni fa nel decalogo dell’accoglienza al turista? Mettetevelo in agenda e portatevelo sempre appresso…quanto bene farebbe alla città la sua applicazione….vi rimetto il link a tergo del post perché mi fate pena…siete penosi come amministratori. Leggete e seguite attentamente le istruzioni in esso contenute e chiamatemi in caso di problemi e delucidazioni!

Si appella nuovamente ai cittadini ed agli operatori turistici ad effettuare la raccolta differenziata che è molto importante per la salvaguardia dell’ambiente. Secondo la sua visione, Tropea deve  continuare  a  volare  alto, aspirando ad un turismo di qualità, per il quale, intanto, c’è bisogno del mare e dell’ambiente pulito, ma c’è bisogno anche di altri accorgimenti, come l’eliminazione della musica da discoteca, quella che assorda e non aiuta la conversazione.

Sorridere anzi ridere di gusto è quanto questa affermazione ha suscitato in me. Deve continuare a volare alto. Ma “chi dici Adolfeu”, anzi “mastru Adolfu”? parli di turismo di qualità,  proprio tu che non sai nemmeno cosa significa questa parola, (basta vedere le concessioni edilizie che ha rilasciato quando era sindaco di Parghelia), dell’eliminazione della musica ad alto volume proprio tu che l’anno scorso hai permesso a tutti, con un’ordinanza,  di suonare fino alle 4 di mattino frequentando e cantando tu stesso in locali del centro storico….Allora della conversazione fra le persone non ti interessava? Allora era bello suonare e il turismo che volevi era quello dei giovani, della massa, che portava soldi….ma anche questa cosa la possiamo far passare come una conversione fulminea…e vabbé!

E’disponibile ad accondiscendere a musica soft, che intrattiene piacevolmente. Si dichiara anche sfavorevole alle sagre. E accanto acerti tipi di negozi, vorrebbe anchele grandi firme. «Non darò più licenze nel centro storico per friggitorie, paninoteche, pizzerie e robe del genere –chiosa -. Ce ne sono già abbastanza. Il turista che visita il centro storico non deve uscirne imbevuto di odore di fritto».

Ah si? Ma perché invece di fare demagogia a basso costo non dici come stanno realmente le cose? Licenze non ce ne sono più, quindi tu non ne puoi dare alcuna nemmeno se volessi e poi non c’era un’ordinanza per le Canne Fumarie (ih ih ih), fatta da te l’anno scorso. L’hai messa in pratica quell’ordinanza? L’hai fatta rispettare? A me non risulta…..ma per farti contento, sennò occorre una prenotazione veloce per un trapianto di fegato, allora ti dico BRAVO ADOLFO! BRAVISSIMO! CONTINUA COSI’…SEI UN MITO L’HAI FATTO PER DIFENDERE LA CATEGORIA DELLE CANNE FUMARIE, D’ALTRONDE LE PERCEPISCI COME SORELLE MINORI  QUINDI…!

E si sofferma, in conclusione, anche sui prezzi che, secondo il suo  pensiero,  sono  abbastanza contenuti, sia nei bar che nei ristoranti. Tropea sta vincendo ancora una volta la sua partita con la stagione estiva.

Se Tropea vince la partita, comunque, non è merito tuo, ma di chi ti ha preceduto negli anni passati e di chi ha fatto decollare la città rendendola conosciuta nel mondo come la “Perla del Tirreno” che da stracciona divenuta negli anni ’80 per “merito” di chi diceva di avere passione per lei, come te che lo predichi da 20 mesi,  e ridiventata “la nobile” grazie ad un maestro di ginnastica e alle sue  coalizioni che con tracotanza e con irriverenza hai osato ridicolizzare senza averne titolo alcuno. (5 Vele, premio Anturium, Vacanzometro, pulizia, ordine, rpremio nazionale ai vigili urbani etc etc. sono fatti che parlano chiaro e non chiacchere come quelle che fai tu da 15 mesi).

Io sarei felice e contento se ciò avvenisse, malgrado TU, indebitamente, vorresti prenderti meriti che non hai. Ma è ancora presto per dirlo. Aspettiamo i dati finali di fine Settembre. Tropea la sua partita, quella che si gioca tutto l’anno, quella per i servizi ai suoi cittadini che ci vivono tutto l’anno, quella della destagionalizzazione turistica, la stava vincendo pian piano in quegli anni, ma con te al potere e con la tua squadra ha trovato i suoi avversari e i suoi nemici peggiori. 

Speriamo ancora per poco!

Il prossimo articolo che darai alla stampa ADOLFUCCIO non dire più balle, rischi che dall’ultimo girone dell’inferno dove stà chi come te ha contratto patti con Lucifero, poi, salga in quello dei falsi….siccome siete rimasti in due nell’ultimo girone, TU e Lucifero, quest’ultimo rimarrebbe da solo…

Credo non ti convenga risalire i gironi perchè lui si incazzerebbe molto e quando s’incazza lui allora il culetto comincerà a bruciare per davvero… alla prossima puntata che speriamo non ci sia perchè il soggetto in questione sarà opportunatamente accompagnato all’Aereoporto di Lamezia per un volo di solo andata nella  “Torino che conta”!

Il decalogo per l’accoglienza turistica (consigliato vivamente a Repice & C per apprendere i fondamentali del buon amministratore)