2118492334.jpgPino Vita, capogruppo del PD al comune di Parghelia, interviene sull’efficacia e l’utilità della “Conferenza dei Sindaci”

Le polemiche relative alle responsabilità politiche sul ripristino della funzionalità della sala operatoria dell’ospedale di Tropea,hanno visto anche l’intervento del sindaco di Spilinga Franco Barbalace, che nella sua qualità di presidente della Conferenza del distretto di Tropea, ha fatto riferimento alle riunioni tenute con gli stessi sindaci sull’argomento ed alle prese di posizione di molti esponenti politici locali.

Colgo l’occasione per chiedere, a nome del gruppo del Pd, chiarimenti al sindaco Barbalace sull’incidenza reale svolta in questa occasione dalla “Conferenza dei sindaci del distretto” e sui risultati complessivi della riunione, anche perché alle palesi disfunzioni di un organismo creato per stabilire un raccordo tra le esigenze sanitarie della popolazione dei singoli comuni e le scelte operative dell’Asp, si è aggiunta la cattiva abitudine di numerosi Sindaci o di non partecipare alle riunioni (mi risulta che l’organismo non sia mai riuscito a riunirsi con il plenum dei suoi componenti) ed, in ogni caso, di non riferire ai rispettivi consigli comunali sulle  decisioni assunte.

Non è mia intenzione alimentare le numerose polemiche in corso, ma cogliere, invece, l’occasione per rilanciare il ruolo di un Organismo che, in altre regioni, ha svolto azioni significative a tutela della salute dei cittadini.

In Calabria, il settore sanitario, per responsabilità di tutte le forze politiche ha, purtroppo, registrato un deficit finanziario che ha reso necessario il varo di un “Piano straordinario di rientro”, che non consente di ripetere i precedenti errori, pena la definitiva rinuncia a superare la crisi strutturale del sistema sanitario calabrese, per di più aggravata dalle recentissime e restrittive misure del Governo nazionale.

Per fare fronte all’emergenza in corso, la Regione ha emanato le “Linee guida per la definizione degli atti aziendali”(ne ha fatto riferimento Sandro Cortese) che  prevedono, espressamente, i compiti della “Conferenza dei sindaci”, per cui non va perduta l’occasione per mettere in moto, nel nuovo quadro disegnato, quella partecipazione degli enti locali, necessaria a tutelare le esigenze dei cittadini ed esercitare, assieme agli altri organismi previsti, un controllo democratico sui processi attuativi e sugli interventi operativi delle Asp.

Barbalace sostiene che “l’ospedale è dei cittadini e non di chi fa battaglie personali per un primierato o per tutelare interessi politici”; un’impostazione condivisibile che però, comporta un’inversione della rotta sin qui seguita, nella quale sono prevalsi forti interessi di parte e logiche corporative che hanno finito per aprire varchi nella gestione della sanità calabrese all’invadenza di forze illegali e delle organizzazioni mafiose con il risultato di aver dovuto ricorrere al commissariamento dell’Azienda vibonese per tentare una tardiva tutela della salute dei cittadini che, invece, era l’unica priorità da perseguire. Per tali obiettivi di rinnovamento, il gruppo consiliare del Pd di Parghelia, in occasione di una riunione del consiglio comunale aveva, dal suo ruolo di opposizione, sollecitato il Sindaco a partecipare alla riunione convocata per discutere sulla riattivazione della sala operatoria dell’Ospedale di Tropea e riferire, successivamente, in consiglio sulle decisioni prese. Siamo ancora in attesa di una risposta ed il silenzio che ne è seguito, non limitato soltanto al nostro comune, oltre a confermare le gravi carenze sul funzionamento democratico della Conferenza, ha dato spazio alle dichiarazioni di numerosi  “padrini politici” che con interventi di vecchio stampo e polemiche campanilistiche hanno, in sostanza, fatto aumentare la confusione attorno ad un problema, apparso comunque di non facile soluzione anche alla luce della difficile situazione finanziaria.

Se la Conferenza avesse fornito un’interpretazione autentica sui risultati dei suoi lavori ed i sindaci avessero informato i loro consigli, le soluzioni sarebbero state più chiare e le responsabilità meglio individuabili ed avremmo potuto fornire ai cittadini risposte adeguate.

Siamo, comunque, sempre in tempo per invertire la rotta, è però necessario avere la volontà di cambiare.

Pino Vita capogruppo del Pd di Parghelia

18 luglio 2011