Ricevo e pubblico il testo della lettera inviata dal capogruppo di opposizione del Pd di Parghelia Pino Vita per esprimere la protesta del gruppo consiliare (Vita- De Luca- Pungitore- Ceravolo) per la mancata convocazione del Consiglio Comunale in merito al Protocollo d’intesa con gli altri comuni per l’adesione di Parghelia ai Progetti Integrati di Sviluppo Locale (PISL) che la regione Calabria ha finanziato per gli enti locali nell’ambito dei contributi finanziari previsti dal Por Calabria e alla cui elaborazione e realizzazione potranno partecipare anche enti pubblici e privati.  

Al sindaco di Parghelia

e.p.c al presidente del Consiglio

epc ai capigruppo di maggioranza

Sede

2118492334.jpgNel prendere atto della comunicazione riguardante le due delibere di Giunta del 25 10 2011 relative al Protocollo d’ intesa con altri comuni per l’elaborazione del Progetto Integrato di Sviluppo Locale denominato “Tropea e dintorni” e dell’altro denominato “Monte Poro- Serre vibonesi”,  che ha avuto la cortesia di inviarmi, esprimo il ringraziamento ma anche le riserve del gruppo del PD  per la mancata convocazione del Consiglio, unico organismo legittimato, ai sensi dello Statuto comunale, a deliberare in merito. Vogliamo ricordare che la sua convocazione è stata la procedura seguita da altri comuni ed in particolare dal comune “capofila Tropea”. Riteniamo, pertanto, che si debba procedere alla convocazione del consiglio, anche per eliminare eventuali carenze che potrebbero influire, in futuro, sulla regolarità degli atti dei comuni e degli enti interessati ai Progetti.

Al di là di tali aspetti è, comunque, utile aprire un confronto sul merito di un’iniziativa che la Giunta Regionale ha presentato con grande risalto sulla stampa, evidenziando le finalità di sviluppo socio economico che i diversi progetti potrebbero imprimere al nostro territorio. Per quanto riguarda la scelta di aderire ai Progetti legati alle destinazioni turistiche ed ai sistemi produttivi locali il gruppo del Pd la ritiene condivisibile, quanto la necessità di cooperazione tra i diversi livelli dello Stato e tra questi e i privati, evidenziata, peraltro, dalla Regione.  

Infine, nel prendere atto con favore della volontà della maggioranza di aprire con l’opposizione un confronto su tali temi, il nostro gruppo ritiene che, al di là di ogni utile incontro preliminare, solo il Consiglio possa verificare le prospettive che l’iniziativa in questione potrebbe aprire per il nostro territorio o se, invece, si tratti di una trovata propagandistica.

Il capogruppo del Pd Pino Vita

31 ottobre 2011