oncologia chiusa a tropea,decreto 106 scopelliti,reparto oncologia tropea,messa oncologia a tropea,news da tropea,caterina sorbilli,calabria ora,smantellamento ospedale di tropea,ospedale tropea,sanità a vibo valentia,Confermata la manifestazione di sabato

Calabria Ora, giovedì 10 novembre 2011

Era gremita la cappella dell’ospedale di Tropea ieri mattina, per la celebrazione della santa messa organizzata in ricordo di quanti, negli anni, sono stati in cura presso l’Unità operativa di oncologia e che oggi non sono più in mezzo a noi. Tantissimi i familiari dei pazienti tornati, magari dopo tanto tempo, per condividere questo momento di preghiera, ma soprattutto per dimostrare solidarietà a chi oggi continua a lottare ed a difendere i diritti dei malati. Alla celebrazione anche il sindaco di tropea Gaetano Vallone, la dottoressa responsabile del reparto Maria Grazia Arena, la presidente dell’associazione Insieme Per…, Mary Giofrè, e molti degli operatori volontari e sanitari del nosocomio. Presente anche la Commissaria Straordinaria Basilicata, dell’Azienda sanitaria vibonese, la quale ha dichiarato: «In qualità di commissari abbiamo chiesto la modifica del decreto 106 e, proprio oggi apprendo dai giornali che anche il Presidente Scopelliti si è pronunciato in tal senso. Naturalmente questa presa di posizione non può che farci piacere. Però, nel caso in cui il decreto non dovesse essere modificato, stiamo elaborando anche un “piano B”, secondo il quale oncologia non chiuderà, anzi, stiamo lavorando per potenziarlo con altri medici. Queste mie dichiarazioni sono indirizzate anche ai pazienti qui presenti, i quali in un momento così difficile della loro vita, hanno bisogno di parole di speranza. Ci tengo a ribadire che per l’azienda che rappresento non esiste il problema. Stiamo lavorando per rafforzare il reparto, o col “piano A”, vale a dire la modifica del decreto 106, o col “piano B” in lavorazione». Molto commovente è stata la lettura dei nomi dei pazienti defunti e quello della preghiera dei fedeli con cui la dott.ssa Giofrè ha ringraziato il buon Dio per aver fatto sentire la vicinanza di tante persone alle problematiche riguardanti gli ammalati oncologici e chiedendo l’intercessione affinchè lo Spirito Santo illumini chi è chiamato a prendere decisioni in merito alla salute della gente.

Sempre ieri nel tardo pomeriggio presso la biblioteca comunale si è tenuta la conferenza  stampa di presentazione della manifestazione che si terrà ugualmente nonostante le parole rassicuranti del Presidente Scopelliti fatte circolare con una nota stampa della Giunta regionale. Infatti, sia l’Amministrazione comunale, che la Conferenza dei Sindaci del distretto sanitario n°3, sia il comitato spontaneo nato sull’ impulso di diverse associazioni cittadine per l’organizzazione della manifestazione prevista per sabato, non intendono accontentarsi delle parole: “Vorremmo come cittadini un atto che ritiri o quanto meno modifichi questo sfortunato decreto regionale- dice Caterina Forelli di Parte Attiva- non ci accontentiamo delle parole che rassicurano sul mantenimento del reparto di oncologia. Noi protesteremo per il diritto alla salute di tutti i cittadini del territorio, che di fatto sono stati considerati non uguali al resto dei calabresi”; Serafino Pantano sempre del comitato puntualizza ancor di più: “ Vogliamo sapere perché i posti letto nella nostra provincia sono stati attribuiti con una percentuale per mille abitanti inferiore rispetto le altre realtà territoriali, quale logica si cela dietro; questo atto non tiene conto delle difficoltà anche di natura ambientale ed orografica di questo territorio, che limita fortemente gli spostamenti degli abitanti soprattutto con il brutto tempo”. E’ stata molto partecipata la conferenza, tanta anche la popolazione che in questi giorni sta dimostrando una forte sensibilizzazione verso il problema; in molti si stanno attivando per la raccolta firme e per la distribuzione di materiale informativo. Sabato, si spera, saranno in tanti a prendere parte all’iniziativa, previste le presenze di cittadini provenienti da altri comuni, di svariate Amministrazioni, Associazioni ed altri comitati per la Salute. Allora appuntamento per sabato mattina alle ore 9,30 davanti i locali dell’Ospedale di Tropea, in via Campo Inferiore, da dove si snoderà un corteo che giungerà in piazza Vittorio Veneto dove sarà allestito un palco per gli interventi.        

Caterina Sorbilli