350931598.gifConsiglio comunale di Parghelia seduta del 24 novembre 2011 sui primi due punti all’o.d.g. “Variazione e Assestamento al Bilancio di previsione 2011: 8 voti favorevoli della maggioranza, 4 contrari della minoranza.

Su quelli relativi ai Protocolli d’intesa per i Progetti “Tropea e dintorni” e “Monte Poro Serre vibonesi” il gruppo del Pd (Vita, De Luca, Pungitore, Ceravolo), ha espresso voto favorevole con un documento illustrato dal capogruppo Pino Vita che ha sottolineato come il voto era, anche, finalizzato a rimuovere eventuali anomalie procedurali che avrebbero potuto determinare la perdita di rilevanti fondi comunitari, utili a rilanciare l’economia e a rafforzare la qualità dell’offerta turistica.

Vanno ora affrontati- dice il documento allegato agli atti del consiglio “i problemi di merito sui quali il gruppo del Pd ha anticipato, nella lettera al Sindaco, di condividere l’adesione alla scelta del Progetto legato alle destinazioni turistiche di cui Tropea è comune capofila e di quello per la valorizzazione dei prodotti agro-alimentari di cui è capofila il comune di Spilinga.

Il gruppo del Pd sottolinea, inoltre, la necessità che vengano, anche, in futuro approfondite le questioni di merito e gli aspetti concreti del progetto basato sul concorso sinergico tra enti pubblici e privati, in maniera che questo  rapporto diventi un fattore di spinta  dell’intera economia turistica. A tale proposito, l’opposizione, rappresentata in consiglio dal gruppo del Pd, seguirà i vari passaggi dell’iniziativa verificando se le proposte presentate avranno la forza di rompere logiche di breve respiro e di provocare, invece, un reale rafforzamento qualitativo dell’offerta turistica calabrese,della quale il comprensorio di Tropea, Parghelia, CapoVaticano rappresenta  un punto di eccellenza.

In questa ottica- conclude il documento- il gruppo del Pd sarà attento, ad ogni livello istituzionale, perchè le iniziative messe in campo dalla maggioranza regionale e dai comuni partecipanti non si trasformino in occasioni per dilapidare a favore di clientele e ristretti gruppi di potere risorse finanziarie che, invece, devono essere indirizzate a sostenere le attività di quella parte della Calabria che lavora e produce”.

 Comunicato stampa del gruppo consiliare del Pd