Lucio Ruffa - Pino Macrì - Massimo L'Andolina - Igor Stavinsky- Nunzia Pensabene.JPGTropea. Una qualificata delegazione vibonese ricevuta con tutti gli onori dalle autorità russe

Sancito il gemellaggio tra la “Perla del Tirreno” e la cittadina di Zvenigorod

di Alessandro Stella, il Quotidiano della Calabria 16 Febbraio 2012

In un periodo poco florido per l’economia mondiale, ed in particolare quella occidentale, i mercati asiatici e dell’est Europa offrono un importante punto di riferimento per lo sviluppo di nuove forme di collaborazione. È in quest’ottica che si staglia il gemellaggio sancito in questi giorni tra la “Perla del Tirreno” e la cittadina di Zvenigorod, sobborgo di Mosca di circa cinquantamila abitanti. Al fine di siglare un protocollo d’intesa, una delegazione tropeana si è recata la scorsa settimana in Russia, ospite dell’amministrazione sovietica.
La rappresentanza era formata dal vice sindaco ed assessore al Turismo, Massimo L’Andolina, dall’Assessore alla Cultura, Lucio Ruffa, e dal Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Vibo Valentia, Giuseppe Macrì.

Nonostante le temperature vicine ai meno 30°, l’accoglienza ricevuta dai delegati è stata caldissima, come sottolineato da Ruffa: «Mi preme rimarcare la grande ospitalità dimostrata dalla cittadina nei nostri confronti, con gli esponenti politici che non ci hanno fatto mancare nulla. L’accoglienza è stata quasi commovente, anche grazie al grande affetto esibito nei nostri confronti».

La nuova collaborazione tra le due città potrebbe favorire il flusso turistico dalla capitale russa, i cui abitanti sono fortemente attratti dal “Made in Italy”: «Nel visitare il paese – ha proseguito Ruffa – non si può non notare il grande amore per lo Stivale, presente in ogni strada ed incrocio. Le nostre griffe più prestigiose monopolizzano il mercato russo».

La cooperazione sarà incentrata su diversi settori, quali il commercio, la cultura, le relazioni pubbliche e lo sport, quest’ultimo vero e proprio punto di forza del centro russo, grazie al sindaco, Leonid Stavitsky, il quale ha fortemente puntato sul benessere e l’attività fisica, tanto da fornire ben sette undicesimi alla squadra di pallamano femminile che alle ultime Olimpiadi ha portato a casa la medaglia d’argento.
Il fascino ambientale edarchitettonico di Tropea ha, senza dubbio, favorito il gemellaggio, anche grazie ad Alexander Vasilyev, referente del sindaco di Zvenigorod, innamoratosi della costa a tal punto da acquistare una casa per trascorrere le vacanze. Proprio in quest’ottica si svilupperanno i movimenti da parte degli addetti ai lavori cittadini e provinciali, come riportato da Macrì: «Sicuramente il bilancio del soggiorno è più che positivo, ma adesso viene la parte più impegnativa. Il sindaco di Zvenigorod, infatti, ci ha chiesto esplicitamente di trovare dei canali che permettano un regolare flusso turistico da Mosca a prezzi contenuti. È nostro dovere – ha continuato – muoverci in questo senso, in quanto non possiamo presentare dei pacchetti “all inclusive” in cui il volo costa 500 euro ed il soggiorno 300. Questo è stato il tasto su cui hanno premuto maggiormente ed è per questo che ci attiveremo subito per concretizzare l’idea».

Molto soddisfatto anche il vicesindaco L’Andolina, il quale ha definito «impensabile l’incontro fino a poco tempo fa. Ma la storia – ha proseguito –ha permesso che uomini e donne di estrazione, lingua e cultura diverse potessero incontrarsi e capirsi».
La nuova sfida che dovrà sostenere Tropea è stata affrontata con entusiasmo dall’assessore al Turismo:
«Sarebbe davvero ridicolo che una città che si dice fondata da Ercole non abbia la forza di sfidare nuovi mercati e nuove prospettive». Nel prosieguo, L’Andolina ha voluto rimarcare il lavoro svolto dall’amministrazione comunale per «trovare nuovi canali nei floridi mercati dell’est Europa», ed ha definito la collaborazione «un’opportunità unica per l’econo mia dell’intera regione. Se gli accordi andranno come previsto – ha concluso – già dal prossimo settembre potrebbero partire i voli da Mosca»

Anche il sindaco di Tropea, Gaetano Vallone, si è detto «soddisfatto» dell’accordo, «perché ci permette di attuare il nostro programma elettorale, votato ad un turismo di qualità», ed ha preannunciato nuove collaborazioni con altre città russe. Il primo cittadino ha anche messo in evidenza la doppia valenza della cooperazione, la quale «porterà in città due flussi distinti di turisti: la classe media, che dovrebbe spalmarsi durante tutto l’anno; e i benestanti, che, grazie anche al turismo da diporto, daranno, sicuramente, un contributo importante all’economia locale. Senza contare i possibili investimenti di milionari russi».
Insomma, Tropea è chiamata ad una nuova sfida in campo turistico che la cittadinanza si augura di non fallire, anche alla luce della riduzione di voli dalla Germania prospettata nei mesi scorsi.